Blog

come scegliere lo shampoo per il cane

Puoi condividere lo spazio vitale con il tuo cane, ma c’è una cosa che non dovresti mai spartire con lui: il tuo shampoo!

Non dovresti usare il tuo stesso shampoo per lavare il tuo cane:

Gli shampoo che piacciono tanto a noi donne, ovvero quelli che fanno un sacco di schiuma sui capelli e ci sembra che lavino via ogni residuo di sebo in eccesso rendendo la nostra chioma morbida e fluente, potrebbero essere troppo aggressivi per la pelle sensibile del nostro cane.

Questi prodotti sono pieni di siliconi, tensioattivi e condizionanti chimici che danno effettivamente un aspetto lucido e sano ai capelli ma sono assolutamente nocivi sia per noi ma soprattutto per i nostri animali (senza parlare dei poveri pesci che sono costretti a nuotarci dentro).

Shampoo per cani: come leggere l’etichetta.

Trovare lo shampoo ideale per il cane (ma anche per noi) non è impresa semplice.
Mi è capitato molto spesso sentire di proprietari che utilizzano prodotti per bambini per il proprio amico a 4 zampe ma purtroppo questo non è indice di sicurezza perchè anche i prodotti per neonati possono essere pieni di sostanze chimiche.

Per scegliere un buon prodotto è importante, sempre, sapere leggere l’etichetta e l’inci riportato sulla confezione.

Gli shampoo per cani, soprattutto quelli di scarsa qualità e a basso costo, sono pieni di sostanze chimiche che intossicano, a lungo andare, la cute del tuo cane.

Che tipo di ingredienti dovresti cercare in uno shampoo per cani?

Una buona regola è quella di cercare uno shampoo con pochi ingredienti, optando per quelli naturali.

La scelta di uno shampoo privo di sostanze chimiche è essenziale.

Sapere leggere l’etichetta è importante perché molti prodotti affermano che contengono ingredienti naturali o biologici ma includono nel contempo sostanze chimiche tossiche.

Innanzitutto, è necessario leggere l’INCI ovvero l’International Nomenclature of Cosmetic Ingredients (banalmente detto “lista ingredienti”) in cui tutti gli elementi contenuti nello shampoo sono trascritti in ordine decrescente: da quelli contenuti in quantità maggiore a quella minore.

Come scegliere lo shampoo per cani

Shampoo per cani: ingredienti da evitare

Gli shampoo per cani sono cosmetici e, in quanto tali, soggetti a delle regolamentazioni europee che stabiliscono quali ingredienti possono essere utilizzati, le limitazioni di concentrazioni e le avvertenze da riportare in etichetta.

Anche se ammessi per legge, alcuni ingredienti sono, a mio avviso, sconsigliabili perché potrebbero irritare la cute del tuo cane che è già tanto delicato.

Inoltre hanno un impatto ambientale che non è da sottovalutare.

Qualunque siano le esigenze del tuo cane, puoi trovare una vasta gamma di prodotti sugli scaffali del tuo negozio di animali. Tuttavia, non tutti gli shampoo per cani sono uguali, assicurati di esaminare gli ingredienti elencati sul retro della bottiglia prima di effettuarne l’acquisto.

Gli ingredienti più comuni da evitare in uno shampoo per cani sono diversi, vediamo i principali.

Dimethicone, Methylisothiazolinone, Methylchloroisotiazolinone.

Sono siliconi, abbastanza facili da riconoscere perché i loro nomi terminano sempre con i suffissi -one o -xane.
I siliconi creano uno strato sul pelo che lo fa apparire lucido e morbido, quando in realtà, subito sotto la pelle si sta seccando.

Tensioattivi.

Presta particolare attenzione ai tensioattivi derivati dalla raffinazione del petrolio come il Sodium laureth sulfate, tensioattivo anionico presente in molti detergenti.
Questi creano una bella schiuma bianca sul pelo (e anche sui tuoi capelli) ma sono particolarmente aggressivi e rischiano di compromettere la pelle del tuo cane.
Possono causare un’irritazione cutanea significativa soprattutto se l’utilizzo è prolungato e ripetuto.
Il contatto con gli occhi può causare gravi irritazioni se non viene lavato tempestivamente.

Dmdm hydantoin, Imidazolidinyl, Diazolidinyl urea.

Sono dei conservanti che a contatto con l’acqua rilasciano formaldeide, cancerogena e sensibilizzante.

Composti con suffisso -mea o -dea.

Utilizzati come emulsionanti e viscosizzanti, sono tossici per l’organismo.

Profumi e coloranti.

Evita le fragranze e i coloranti artificiali, che possono irritare gli occhi e la pelle del tuo cane.
Le fragranze artificiali sono legate ad allergie, mal di testa, nausea e altri seri problemi di salute.

Parabeni.

Methylparaben, Propylparaben, Ethylparaben, Isobutylparaben e Benzylparaben sono parabeni cioè un insieme di elementi chimici molto diffusi e utilizzati come conservanti.

Cerca uno shampoo che utilizzi come conservante, ad esempio, Tocoferolo, Vitamina E, certamente naturale.

Fai molta attenzione a tutti quei prodotti che si dichiarano “senza parabeni” o “paraben free”, poiché, purtroppo, non sempre tale dicitura significa che si tratta di formulazioni più sicure, perché al posto dei parabeni potrebbero essere presenti altri additivi chimici altrettanto dannosi.

Derivati del petrolio.

I derivati del petrolio come ad esempio Paraffinum Liquidum, Mineral Oil, Petrolatum, vengono utilizzati come emollienti per una pelle vellutata che in realtà è solo coperta di uno strato chimico che non solo non la idrata, ma non la fa neanche respirare.
Ti sembrerà pazzesco ma questi ingredienti sono spesso alla base di alcuni shampoo e prodotti per bambini (di marche molto famose).

Le persone usano lo shampoo per bambini sui loro cani, credendo che sia buono, anzi migliore di certe preparazioni per animali ma, non solo non lo è per il cane ma nemmeno per il bambino!

In questa lista ho cercato di riassumere gli ingredienti chimici più comuni che potresti trovare nell’INCI di uno shampoo per cani (ma anche nel tuo!).
Quando ti troverai davanti ad una etichetta di shampoo per cani, sicuramente le prime volte potresti non ricordare tutti gli elementi chimici a memoria oppure potresti trovarne altri che non sono nell’elenco.

Per scoprire se un ingrediente è “verde” oppure no, puoi scaricare qualche app dedicata oppure puoi affidarti al sito www.biodizionario.it dove ti basterà inserire in modo preciso il nome dell’ingrediente da cercare, premere invio e aspettare il resoconto.

Non credere al clamore del marketing, leggi e capisci le etichette (questo vale anche quando acquisti del cibo commerciale per il tuo cane) e pensa con la tua testa.
Ritornare alla natura migliorerà la salute dei nostri animali domestici, di noi stessi e del nostro pianeta.

⇒ Leggi anche: come leggere gli ingredienti delle crocchette per cani

Shampoo per cani sì, ma che tipo?

Proprio come noi esseri umani, anche i cani hanno bisogno di uno shampoo specifico a seconda del tipo di pelo e di pelle.
Per aiutarti a determinare il miglior shampoo per il tuo cane, ricorda di valutare per cosa ti può servire.

Shampoo per cani a seconda del tipo di pelle.

Scegliere lo shampoo a seconda del tipo di pelle del tuo cane è sicuramente la prima cosa che puoi fare per mantenere il suo stato di benessere.

Solitamente, se un cane è in salute, il suo mantello e la sua cute non presenteranno particolari problemi anche se, alcune razze, risultano essere più sensibili di altre a livello cutaneo e quindi richiedono una maggiore attenzione.

Se il tuo cane ha una pelle normale e senza particolari problemi, esistono diversi shampoo di qualità che puoi provare. Vanno bene i prodotti a base di aloe con estratti vegetali idratanti e lenitivi, oppure del semplicissimo sapone di Marsiglia che trovi comodamente nei negozi di alimenti Bio.

Per i cani con una cute sensibile esistono in commercio prodotti naturali con un PH neutro che rispetta a pieno la cute del cane, come lo Shampoo Pelo Lucido di Dog’s Health, idratante ed emolliente a base di Olio di Argan e e Neem.

Se invece presenta prurito o dermatite, scegli uno shampoo più specifico come lo Shampoo con argento colloidale che, grazie alla presenza di argento colloidale ionico, garantisce una pulizia dolce e profonda ed una cura lenitiva di cute e pelo.

Evita shampoo profumati, che spesso contengono sostanze chimiche che possono ulteriormente irritare la pelle, e opta invece per shampoo con ingredienti naturali.

Ti ricordo però che la dermatite nel cane, ma anche nel gatto, non si risolve semplicemente con dei bagnetti, è necessario trovare la causa scatenante e combatterla nel modo corretto.

Shampoo per cani in caso di cattivo odore.

shampoo per cuccioliAlcuni cani hanno un odore particolare (che sicuramente è indice di ben altro che una cattiva igiene), altri invece adorano rotolarsi e sporcarsi appena ne hanno l’occasione.
Per questi cani particolarmente avventurosi ti consiglio uno Shampoo deodorante a base di oli essenziali.
Questi potenti tipi di shampoo possono eliminare gli odori sgradevoli, piuttosto che coprirli.

Se il tuo cane puzza eccessivamente anche dopo averlo lavato, ricordati che un cane sano non puzza.
Una cattiva alimentazione o problemi di salute possono rendere il mantello del cane opaco e senza riflessi, la pelle può diventare grassa e maleodorante.
La dermatite da Malassezia potrebbe essere una causa, ne abbiamo parlato in questo articolo.

Shampoo antiparassitario in caso di pulci e zecche.

Ci sono una varietà di prodotti contro pulci e zecche sul mercato, progettati per respingere e uccidere pulci, zecche e altri parassiti.
Lo Shampoo pulci e zecche può solo offrire una protezione a breve termine, tuttavia, è importante utilizzarlo se si ha necessità di potenziare l’effetto degli antiparassitari..

Si può scegliere ad esempio uno shampoo a base di oli essenziali e Neem per prevenire l’infestazione da parassiti naturalmente.

Praticità: non tutti i cani amano lo shampoo.

Non tutti i cani amano essere lavati e io ne so qualcosa.
La mia Lulù diventa pazza ogni volta che si sente bagnata e farle il bagno è diventato ormai un evento raro.

Per i cani come Lulù, che soffrono il momento del bagnetto, è importante trovare un sistema alternativo per occuparsi dell’igiene del loro mantello come ad esempio gli Shampoo a secco (ma solo se davvero il cane necessita di pulizia).

Esiste in commercio anche uno Spray Pelo Lucido di Dog’s Health a base di estratti vegetali che serve per mantenere l’idratazione di cute e pelo ma soprattutto per evitare che gli allergeni ambientali si depositino sul tuo animale, soprattutto se predisposto alle allergie ambientali.
La sua composizione è davvero naturale ed è a base di Aloe Vera, estratto di Rosmarino e Olio di Neem, lo puoi trovare solo qui.

Ti sconsiglio di utilizzare le salviettine umide per cani perché spesso sono piene di profumi e allergeni che potrebbero irritare la pelle del tuo animale.

 

Simona Trecordi naturopatia per animaliSpero che questo articolo ti sia piaciuto e che abbia chiarito qualche tuo dubbio in merito a quale shampoo acquistare per il tuo cane e magari anche per la salute dei tuoi capelli.