Blog

Il tarassaco

E’ primavera (finalmente) e i campi sono pieni di fili d’erba rigogliosa e di fiori di stagione. Ti sarà sicuramente capitato di vedere quel buffo fiore giallo con le foglie dentellate che ha la capacità di spuntare ovunque, anche ai bordi dei marciapiedi: sembra un’erbaccia ma in realtà nasconde in sè tantissime proprietà benefiche per noi e per i nostri animali.

Si chiama tarassaco ma è meglio conosciuto come dente di leone, pisciacanepiscialletto o soffione (ti ricordi quando da bambino coglievi quei simpatici fiori bianchi come batuffoli e li soffiavi ai quattro venti, ecco quelli sono i semi del tarassaco). 

Comunque ti piaccia chiamarlo, il tarassaco è un ottimo rimedio naturale per diversi disturbi e anche un ottimo cibo da aggiungere al ciotola del tuo cane.

Se lo trovi fiorito in una zona non inquinata, non esitare a raccoglierlo, perché questa cicoria selvatica è ancora più preziosa dal punto di vista nutrizionale proprio per il fatto di crescere libera in natura.

Il lungo uso del dente di leone in medicina

tarassaco rimedio naturale per caniOriginario dell’Eurasia, l’uso del dente di leone in medicina risale a migliaia di anni fa. 
Fu introdotto nel Nord America dai primi coloni europei, che riverivano il tarassaco come un tonico “curativo” che poteva essere propagato rapidamente e facilmente per aiutare a guarire e prevenire praticamente tutto dallo scorbuto al cancro.

Non molto tempo dopo la sua introduzione nel Nuovo Mondo, la conoscenza degli attributi curativi del dente di leone si diffuse in molte delle nazioni native americane, e ben presto i persistenti fiori gialli fiorirono da una costa all’altra.

Il dente di leone divenne noto dai medici come “il rimedio ufficiale per i disturbi” e fu incorporato nella farmacopea statunitense come un tonico ad ampio spettro e una medicina diuretica nel 1831.

Sebbene se ne sia largamente perso l’uso nella medicina occidentale convenzionale, il dente di leone rimane popolare nelle preparazioni a base di erbe in tutto il mondo, specialmente in Europa e in Asia.

Tarassaco: proprietà e benefici

Il tarassaco (Taraxacum officinale), è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteracee. Con le sue proprietà depurative e antinfiammatorie, è un ottimo alleato nella cura delle malattie legate al fegato e non solo.

I benefici del tarassaco sono davvero tanti.

Per cominciare è un’erba che puoi condividere con il tuo cane, ha un sapore piuttosto amaro dato da una sostanza presente in essa che si chiama tarassicina, che stimola la diuresi facendo meritare a questa pianta il soprannome di “piscialletto”.

Grazie a questa sua azione depurativa, il tarassaco agisce sul funzionamento del fegato, aiutando quest’organo a smaltire le scorie e favorendo la produzione di una bile fluida, a tutto vantaggio del benessere intestinale, perché si ha un’azione regolatrice sulle evacuazioni.

Drenante e depurativo, il tarassaco arriva proprio alla fine dell’inverno, quando abbiamo (parlo dei nostri cani ma vale anche per noi) maggiormente bisogno di disintossicarci.

E non finisce qui, questa erba ha davvero tantissime proprietà sorprendenti:

  • Stimola il pancreas a produrre insulina e può aiutare a mantenere una corretta glicemia
  • Stimola la circolazione sanguigna
  • Stimola l’appetito e aiuta nella digestione
  • Aiuta nella funzionalità renale
  • E’ un analgesico naturale
  • Insieme all’echinacea contribuisce a migliorare il sistema immunitario

Perchè dovresti usare il tarassaco nella ciotola del tuo cane

Il dente di leone è una delle erbe più complete e utili, lo puoi trovare quasi ovunque e può essere usato come integratore per vari disturbi del tuo cane, quindi non c’è da meravigliarsi che sia considerato uno dei migliori punti di partenza per un arsenale di trattamenti a base di erbe.

Questa piantina perfetta è una fonte alimentare ricca di vitamine e minerali facilmente assorbibilidall’organismo ed è un ottimo integratore per la dieta quotidiana di qualsiasi cane.

Il tarassaco è uno degli alimenti vegetali più completi sulla Terra (insieme alla mia amata alga spirulina), è ricco di:

  • calcio
  • ferro
  • potassio
  • selenio
  • sodio
  • zinco
  • inulina dall’azione digestiva, lassativa, amica del fegato e della flora intestinale buona

1. Tarassaco come digestivo

Le foglie di tarassaco, grazie al loro sapore amaro, stimolano la secrezione dei succhi digestivi: quando una piccola quantità di erba amara viene portata in bocca, si verifica un improvviso aumento di salivazione.
Nel frattempo, mentre l’erba amara raggiunge lo stomaco, la bile e altri agenti digestivi vengono attivati. Ciò si traduce in un migliore assorbimento dei nutrienti e un aumento dell’appetito.

Per questo motivo è adatto per i cani con problemi digestivi cronici e per quelli che tendono ad avere problemi di flatulenza.

Anche i cani anziani, con sistemi digestivi pigri, possono trarre beneficio dal dente di leone poiché sostiene il sistema digestivo.

2. Tarassaco come diuretico naturale

Nonno Bob e la passione per il tarassaco

Il tarassaco è un diuretico naturale e uno stimolante del fegato. I diuretici favoriscono l’eliminazione delle urine e l’efficienza della diuresi (ovvero l’eliminazione dell’acqua in eccesso e dei rifiuti sistemici) può davvero fare la differenza nella salute del nostro animale.

La foglia di tarassaco agisce in modo molto delicato e lenitivo sui reni, preservando la dispersione del potassio attraverso le urine e apportandolo nel complesso.
In questi casi, molti naturopati consigliano di far assumere al cane il tarassaco sotto forma di tè o infuso tiepido.

Se il tuo cane sta già facendo una terapia diuretica farmacologica convenzionale, dovrai consultare il tuo veterinario prima di combinare l’azione del dente di leone.

3. Tarassaco come depuratore del fegato

Secondo la moderna medicina naturopatica, il dente di leone è in grado di disintossicare il fegato e la cistifellea, ridurre gli effetti collaterali delle tossine e dei farmaci trattati dal fegato in quanto organo emuntore d’eccellenza.

La radice di tarassaco ha una comprovata capacità di stimolare la produzione e la circolazione biliare nel fegato.

Viene stimolata anche la cistifellea (che immagazzina la bile dal fegato), facendo contrarre questo piccolo organo cavo e rilasciando la bile nel tratto digestivo, favorendo così la digestione e agendo come un delicato lassativo per favorire l’eliminazione dei rifiuti solidi.

A questo punto ti devo ricordare che la maggior parte di questi disturbi possono essere prevenuti attraverso una dieta corretta.
Anche se il dente di leone è stato usato con successo nel trattamento di alcune malattie del fegato, non è possibile scinderlo da una dieta fresca appropriata.

Tarassaco: controindicazioni e interazioni

Il tarassaco è generalmente considerato sicuro dalla FDA (Food and Drug Administration, Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali) e, a parte allergie soggettive a questa pianta, sono state rilevate pochissime controindicazioni relative al suo ragionevole utilizzo.

Il dente di leone non è adatto in gravidanza e durante l’allattamento, non va usato in caso di iperacidità gastrica o ulcera allo stomaco; inoltre interagisce con alcuni farmaci (FANS, acido acetilsalicilico e paracetamolo). Poiché nelle sue foglie e nelle sue radici c’è un alto contenuto di potassio, è bene non assumere tarassaco se si prendono integratori di potassio per il rischio di iperkaliemia.

In ogni caso è sempre necessario consultare il proprio veterinario prima di integrare qualsiasi erba nella ciotola del proprio cane.

Come usare il tarassaco nell’alimentazione del tuo amico a 4 zampe

Tarassaco-caniLa prima e più importante considerazione nell’uso del dente di leone come cibo o medicina per il tuo cane è la pulizia delle piante. Assicurati sempre che le piantine non siano mai state spruzzate con erbicidi o che non abbiano subito lo smog cittadino.

Il modo più comodo ed immediato per integrare il tarassaco nella dieta del tuo cane è quello di aggiungerlo fresco a pezzetti nella ciotola oppure frullarlo assieme alle verdure che dai di solito (se fai alimentazione casalinga).

Ci sono tantissimi altri modi creativi per coinvolgere il tarassaco nella ciotola del tuo cane, ce lo spiega Katya Cervio, esperta di alimentazione casalinga, nel suo blog:

  1. Frullando le foglie fresche con un goccio di olio e di acqua, oppure con un pò di yogurt e unendo il tutto alla carne nella ciotola.

2. Rosolando le foglie tagliate grossolanamente con l’aglio
o con dello zenzero aggiungendo sapore e togliendo l’ amarezza spesso associata alle foglie.

3. Immergendo il tarassaco in acqua bollente per 20 a 30 secondi aiutando così a ridurre questo sapore acre e la croccantezza che non a tutti i cani piace.

4. Facendo una specie di pesto, tritando le foglie di tarassaco, dei semi di zucca tostati e del grana, amplificando così il potere dei tre alimenti.

5. Mettendo i fiori di tarassaco in aceto di mele per quattro settimane, filtra e conserva in un luogo buio per un massimo di dodici mesi ed utilizza all’evenienza.

Se hai una passione per la raccolta delle erbe spontanee, puoi raccogliere tutto il tarassaco che trovi e farlo essiccare al sole (o nel forno di casa) su di una retina o un panno scottex per poi conservarlo e utilizzarlo nell’inverno.

Il tarassaco essiccato può essere aggiunto in ciotola nella dose di 1 cucchiaino ogni 10 kg di peso. Se il tuo compagno è sensibile ai cambiamenti nella dieta, aumenta la dose un po’ alla volta.

Se vuoi ottenere più rapidamente l’integrazione dei nutrienti del tarassaco nell’organismo del tuo animale, puoi preparare un tè: aggiungi un cucchiaino di dente di leone essiccato in una tazza di acqua filtrata o brodo di carne o brodo vegetale portato a ebollizione, quindi riduci il calore e fai sobbollire per altri 15-20 minuti.

Ultimo consiglio: quando dai da mangiare i denti di leone al tuo cane, non dimenticarti di te stesso!

 

Bibliografia: Il mio erbario, Maurice Messèguè

Photo credits: Marilyn&Grace Photo

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.